Usucapione: è possibile trasferire una casa o altro immobile senza l’intervento del giudice e senza pagare le tasse di una donazione

Una causa serve a dirimere i conflitti tra soggetti diversi. Ma se questi sono già d’accordo e tra loro non ci sono contestazioni, c’è davvero bisogno di un giudice per accertare il diritto di una delle due? Sembra una domanda banale, dalla risposta altrettanto scontata, ma si sa, l’Italia è il Paese della burocrazia: millenaria arte del rendere impossibili le cose possibili. Così, in materia di usucapione c’è voluta un’analisi apposita elaborata dalla Commissione del Notariato per stabilire [1] che, in caso di consenso tra vecchio e nuovo proprietario, è possibile trascrivere nei pubblici registri la cessione di un immobile tramite usucapione senza dover prima fare la causa. Del resto, già da tempo la giurisprudenza ritiene valido l’accordo raggiunto dalle parti in sede di mediazione (che, appunto, ha una natura contrattuale): accordo volto al passaggio di proprietà di una casa, un terreno o altro immobile tramite usucapione.